Vernel Logo

Aria Aperta

Un giardino ricco di sorprese

Eucalipto, aloe vera, tarassaco e altre piante prodigiose che puoi coltivare anche in casa o trovare in natura nascondono proprietà uniche.

La pianta miracolosa

L’aloe vera, anche definita “guaritore naturale” e spesso confusa con il cactus per la sua conformazione, è una pianta prodigiosa che predilige climi secchi e caldi. L’aloe difficilmente resiste a temperature inferiori agli 0°: le temperature ideali per la sua crescita si aggirano intorno ai 20°/24°. Il terreno migliore è sabbioso, tre parti di sabbia e una parte di normale terriccio da giardino.

L’Aloe Vera tonifica e aumenta le funzioni protettive dell’organismo. E’ riconosciuta la sua efficacia nel trattamento di problemi e infiammazioni dell’intestino. Allo stesso modo è molto utile per combattere la costipazione.

 

Eucalipto tutto l’anno

L'eucalipto è una pianta che si può coltivare in giardino per tutto l'arco dell'anno. Per uno sviluppo equilibrato dell’arbusto è consigliabile posizionarlo in un luogo soleggiato e al riparo dal vento. Preferisce i climi miti e temperati, ma ci sono specie di eucalipto che sopportano gelate anche intense e prolungate.

L’eucaliptolo, l’olio contenuto nella pianta di eucalipto, è un disinfettante ideale per gli ambienti e un antisettico efficace da spalmare su bende e cerotti per curare ferite, scottature, gonfiori e punture d’insetto.

 

Tarassaco per il tuo giardino

Il tarassaco è una pianta erbacea perenne diffusa un po' ovunque. Conosciuta anche con il nomignolo di “dente di cane” o “dente di leone” cresce in tutti i prati e si riconosce facilmente dai suoi fiori giallo intenso che lasciano il posto ai soffioni. La raccolta del tarassaco avviene a febbraio e a settembre e il suo uso più comune è la consumazione in tavola insieme a dell'ottimo olio extravergine di oliva, sale e aglio crudo tritato finemente.

Oltre alle sue proprietà diuretiche, il tarassaco è benefico per fegato e intestino, ma non solo, ha anche proprietà antinfiammatorie, purificanti, e disintossicanti. L'abbondanza di potassio può contribuire a regolare la pressione arteriosa.

 

La salvia sempre verde

La salvia si presenta come un arbusto sempre verde: ha un fusto eretto, che può raggiungere al massimo 70 centimetri. Il suo “ciclo” dura circa 5 anni, trascorsi i quali va piantata di nuovo.

Tra le sue qualità benefiche, la salvia è particolarmente nota per le sue proprietà antinfiammatorie, balsamiche e digestive. Offre una buona risposta contro la ritenzione idrica, i reumatismi e le emicranie ed è anche indicata in caso di gengiviti o ascessi.

 

Capi morbidi da indossare

Per strada, a casa, in ufficio, i nostri capi più delicati vengono messi a dura prova nella vita di ogni giorno. Ecco una piccola guida per prendersi cura al meglio dei nostri abiti più preziosi.

Freschezza e fragranza da indossare

Cotone, lana, cashmere, il nostro guardaroba è ricco di tessuti naturali e preziosi, morbidi sia al tatto che sulla pelle. Tessuti confortevoli e piacevoli da indossare, ma anche delicati e difficili da proteggere.

Sono molti i tessuti naturali che, se di buona qualità, lasciano respirare meglio la pelle, facendo circolare l’aria ed evaporare il sudore. Oltre alle pregiate stoffe di cashmere e seta, esistono anche delle fibre più esotiche e rare come il cocco, la sisal che si ricava dalle foglie di agave, ginestra e ibisco. Mentre tra quelle di origine animale alpaca, lama e persino la lana di cammello.

 

Le fibre naturali

Meglio optare per indumenti di buona qualità. Quelli di bella apparenza, ma di scarso valore, spesso ricchi di resine e tinte aggressive, possono causare problemi. Lascia all’aria i vestiti lavati a secco prima di indossarli.

Nel lavaggio di fibre delicate di origine animale o vegetale meglio evitare di scaldare troppo l’acqua, lava a basse temperature i capi meno sporchi poiché i lavaggi a 60° gradi potrebbero sfibrarli. Usa un detersivo specifico per capi delicati, evita le centrifughe troppo forti e asciuga su un piano in modo che non si sformino. In ogni caso controlla sempre quanto riportato sull'etichetta del capo.

 

Consigli utili

Cotone, lino, canapa, se leggeri e di ottima finitura sono l'ideale per un look fresco anti calore, gonne e abiti leggeri lasciano circolare meglio l'aria. Preferisci quindi abiti di colore chiaro, ariosi e non troppo aderenti. La canapa è un ottimo isolante termico, molto traspirante protegge dai raggi U.V. e dona una piacevole sensazione di fresco.

Anche il lino è ideale d’estate, perché come il cotone lascia respirare la pelle ed assorbe l’umidità, oltre che essere molto confortevole e morbido al tatto. Un occhio poi all’abbigliamento intimo quando si va a dormire che deve essere comodo, di taglia larga, senza elastici che stringono troppo.

 

Qualche sfiziosità

Non solo nella stagione fredda, lana e cashmere sono fedeli alleati di eleganza e benessere. I tessuti in lana leggera sono ottimi per una maglia, una sciarpa, un copri spalla o un golfino che ci protegga dal fresco della sera. Anche il cashmere ha formidabili proprietà termoregolatrici, tiene caldo d’inverno e fresco d’estate. Morbidezza, regolazione termica, colori vivi e naturali, accostamenti eleganti, bastano pochi selezionati capi in pregiata lana o cashmere per impreziosire il nostro look. Sia lana vergine che cashmere devono essere stesi sempre all’ombra e a rovescio, tenendo il capo ben disteso, possibilmente su un panno bianco pulito per evitare rimangano i segni del filo.

 

Un tocco di freschezza

L’ ammorbidente entrando in funzione nell’ultimo ciclo di lavaggio, dona una piacevole sensazione di freschezza e profumo al tuo bucato. Con gli ammorbidenti concentrati Vernel, puoi goderti questa piacevole sensazione fino a 8 settimane.